Archivio mensile:aprile 2012

Le Volte -Campiglione Fenile-

Standard

:-) :-) :-)

In una fredda e piovosa serata di aprile, siamo andati a cena al ristorante Le Volte, a Campiglione-Fenile.

Il primo contatto telefonico per la prenotazione è stato subito positivo: gentilezza del proprietario che ha risposto e che si è dato disponibile a riservarci una sala.

Io credevo fosse anche pizzeria, invece ci è stato spiegato che la pizza viene proposta nelle serate in cui ci sono dei concerti, oppure telefonando e chiedendolo specificatamente.

Ma il nostro consiglio è di lasciar da parte le pizze, e concentrarvi invece sul ristorante.


Il menù viene variato spesso, quasi ogni settimana, in base ai prodotti di stagione e alla fantasia del cuoco.

Il locale è spazioso, i prodotti utilizzati sono genuini, la pasta fatta in casa e le porzioni abbondanti.

Ci era stato consigliato di assaggiare la carne, di prima qualità, e così abbiamo fatto.

Io ho preso una paillard con pomodorini e scaglie di grana con contorno di caponata. La carne era morbidissima e soprattutto tanta: due bistecche solo nel mio piatto!

I bimbi hanno preso carne impanata, che non è in menù, ma ci hanno accontentato dopo aver preparato il pan pesto ^_^ con patate al forno.

 

Andre invece ha voluto assaggiare un primo: tagliolini salsiccia e asparagi, (slurp!)  seguita dalla caponata.

I nostri amici hanno mangiato la trota, la tagliata, le patate al forno, i maltagliati al pollo e crema di zafferano…Molti piatti diversi per assaggiare di tutto un po’ e abbiamo convenuto che ogni singolo piatto era buono.

Se proprio posso dire, la caponata sembrava più una specie di ratatouille, ma comunque da leccarsi i baffi!

Per dolce, una tarte tatine e una sfoglia di mele…gigantesca!

I prezzi dei primi: da 6,50 a 8,00 euro; i secondi da 7,50 a 11,00 euro; i dolci 3,00 euro; vino della casa 6,50 al litro, carta dei vini a disposizione, coperto compreso!

Alla fine, ciupa ciups regalati ai bambini e giro di amari offerti dal proprietario.

Forse non è un locale molto conosciuto, ma vi consiglio di provarlo, noi ci siamo trovati bene, e ci torneremo!

Bon Appétit e…prendete appunti!

Odrie

Ristorante Le Volte
Vineria Osteria
Piazza  Dario Girardi, 2
10060 Campiglione Fenile
Tel. 0121/559423

La Nicchia -Cavour-

Standard

:-) :-) :-) :-)

La Nicchia è in assoluto uno dei miei ristoranti preferiti, sarà il mio animo romantico che lo associa a ricordi personali piacevoli, sarà l’ambiente che invita alla calma e alle chiacchiere sussurrate, sarà il carrello dei formaggi (!!!)…comunque sia è da un anno che il blog è aperto e finalmente, ci siamo tornati. Regno dello slow food, è un locale che senza remore consiglio per una cena romantica, una cena di lavoro, una cena con amici intimi.

Premetto, per i malpensanti, che non è nostro, non conosciamo i proprietari e non abbiamo interesse alcuno, semplicemente, ci piace!

Iniziamo con il dire che non è molto economico, ma ad incidere sul prezzo (portate da un minimo di 12 euro l’una; i prezzi sono pubblicati anche sul sito) entrano in gioco prodotti eccellenti ed una cucina ricercata;  sapete che noi siamo attenti, ahimè, al vil  denaro, ma una volta ogni tanto vale la pena spenderlo bene!

Da qualche tempo, poi, i titolari hanno studiato la “formula osteria”, che non abbiamo provato.

All’entrata si può scegliere la formula preferita: nella sala di sinistra, tovaglie bianche, doppi bicchieri, candele, fiori, un menù articolato e prezzi di conseguenza; nella sala di destra, un tocco più rustico, menù scritto su una lavagna, prezzi che variano tra i 6.50 e i 12.00 euro circa a piatto.

Noi ci siamo andati una sera per festeggiare l’anniversario di nozze!^_^

La sala ristorante è molto elegante ed accogliente; soffitto a cassettoni, pietre a vista, tavolini rotondi, poltroncine e una soffusa musica jazz di sottofondo.

Il cameriere arriva e con molta gentilezza ci porge i menù: il mio è senza prezzi…Che classe!

Chiedo delucidazioni su un piatto; mi spiega tutto con professionalità e simpatia, facendomi sentire assolutamente a mio agio, nonostante l’eleganza dell’ambiente.

Decidiamo per un antipasto, un primo e un calice di Arneis ciascuno.

Per spezzare l’attesa piccolo amuse-bouches di insalata russa, squisita, pane e grissini di produzione propria.

Io scelgo la variazione di galletto biondo di Villanova (già il modo in cui vengono chiamati i piatti ha un gusto particolare…non vi pare?) un tris composto da insalata di galletto, terrina di galletto e patè, a cui io rinuncio. Vi assicuro che era squisito, presentato su un bel piatto rettangolare trasparente e con un filo di aceto balsamico.

Andrea si lancia in un carpaccio di bue piemontese, battuta e porcini in composta. Qui la qualità la fa da padrona, la carne è morbidissima e squisita. Lo stesso proprietario ci tiene a sottolineare (è scritto anche sul sito) che la carne proviene da una nota macelleria del luogo.

L’agnolo di Andre…
…e i miei

Primi piatti: per Andrea un agnolo aperto al ragù di mare, un grosso agnolotto con ripieno di pesce e affogato in un sughetto delicato.

Per me, tenetevi forte e se decidete di andare a cena lì, vi prego assaggiateli…Gli agnoli verdi ripieni di castelmagno d’alpeggio al burro brussino. Non ci sono parole per esprimere la bontà di questo piatto, gustoso, il cui ripieno caldo vi si scioglie in bocca e ogni boccone è un piacere. Naturalmente deve piacervi il formaggio!

Ci hanno detto che è uno dei loro piatti forti, che non viene tolto dal menù nemmeno durante il periodo estivo.

A quel punto eravamo già satolli, ma golosi come pochi, abbiamo deciso di continuare.

Siamo stati molto in dubbio se prendere il dolce o l’assaggio di formaggi, il loro carrello è veramente molto ben fornito e in genere viene proposta una vasta scelta di prodotti delle nostre valli, a partire da quello più dolce per arrivare al più stagionato.

Ma io avevo già goduto della mia dose di latticini, così abbiamo optato per due dolci.

Dolci…

Il piemonte goloso, un tris composto da bunet, torta di nocciole e semifreddo al torrone; e un tortino di cioccolato fondente con cuore al Grand Marnier…che dire? Ottimi!

In totale il conto è stato di 84 euro!

Bon Appétit e…prendete appunti!

Odrie♥

La Nicchia Ristorante Vineria
Via Roma 9
10061 Cavour (To)
Tel. 0121/600821
http://www.lanicchia.net/nicchia/